Seleziona una pagina

Il network dell’imprenditoria femminile a Perugia

Donne

Un gruppo di donne libere professioniste ed imprenditrici che cercano e creano opportunità e scambio

Solidarietà

Lo scambio professionale è arricchito da confronti personali sia virtuali che reali. Suggerimenti, consulenze o scambi di opinioni tra semplici donne

Networking

La collaborazione e la sinergia. Lavorare insieme a progetti comuni ed ambiziosi che un’unica realtà da sola non può portare avanti

Business

Integrazione delle varie professionalità complementari per offrire servizi ad ampio spettro ed essere più competitive




La forza di chi il lavoro lo inventa. Le passioni personali, la collaborazione e la condivisione.

In pochi non hanno vissuto sulla propria pelle gli effetti della mutazione del mondo del lavoro tuttora in atto. La necessità di creare uno stile di vita alternativo, inizialmente per forza e poi quasi sempre per scelta, ha toccato tantissime persone. Così, da una storia personale, nasceva “La Rete al Femminile”, idea divenuta format creato da Gioia Gottini a Torino. Un progetto che ha preso piede nelle maggiori città italiane e così in Umbria Chiara Serluca, grafica e designer, donna che cercava un modo di rimettersi in gioco nel mondo del lavoro, ha deciso di fondarla anche a Perugia. In pochi mesi molte donne si sono riconosciute nella sua storia e la rete è cresciuta inevitabilmente, trovando un perfetto collante nella comunanza di esperienze ed intenti, uniti all’esigenza e alla voglia di trovare il giusto spazio per il proprio talento.

Il valore aggiunto per queste donne, senza distinzioni di età e background, è proprio quello di poter esprimere sé stesse, accogliendo la sfida di scoprire cosa davvero si vorrebbe fare. L’opportunità di trasformare quello che era magari considerato un semplice hobby, in un business personale; libere professioniste decise a far sbocciare e crescere qualcosa di profondamente proprio, o anche semplicemente la voglia di riuscire a portare avanti la propria professione come freelance. Alla base di tutto, il desiderio di coltivare le proprie passioni: non più un’esigenza di riempire il tempo libero, ma di liberarsi dal tempo.

Esigenza o scelta? Forse non lo sapremo mai. Ci troviamo a vivere in un periodo che richiede alle persone di reinventarsi e di mettersi in gioco. Ed è così che il nostro talento può venirci in soccorso offrendoci la possibilità di trovare delle opportunità. La Rete al Femminile, in effetti, diventa quindi l’opportunità per crearci delle nuove opportunità, per costruire e valorizzare le competenze professionali ma anche per avere la forza di proporre un’alternativa. E’ proverbiale: “l’unione fa la forza” e la filosofia di fondo della Rete è quella della condivisione, del sostegno e del reciproco rispetto con la finalità di far fiorire i propri talenti.

Le donne hanno una serie di “soft skills”, capacità e competenze che raramente vengono utilizzate nel mondo professionale. E nel salto da lavoro a passione si nasconde la possibilità di realizzare i propri sogni e progetti. La Rete è uno spazio dove le donne si forniscono strumenti a vicenda per fare quello che hanno sempre desiderato e per avere maggior forza per confrontarsi con il mercato. Oltre ad una necessità lavorativa, la Rete al Femminile di Perugia è anche l’espressione di un modo di vivere insieme tra donne che si era perso nel tempo. La condivisione non riguarda soltanto il lato professionale, ma anche quello personale: storie di vita che si intrecciano, idee che prendono vita, promuovere insieme le proprie attività per la rete ed attraverso essa.
L’unione tra tradizione ed innovazione è forte: i vecchi e sani modi di condivisione, aiutati ed amplificati dal Web e dai Social Network. Il gruppo Facebook della rete infatti è il quartier generale virtuale delle “Reticelle”, il blog la vetrina e la Pagina Ufficiale Facebook la cassa di risonanza. Tutto passa attraverso il web: l’organizzazione, la comunicazione interna ed esterna, proposte di progetti e collaborazioni, l’organizzazione di eventi propri e la partecipazione a quelli esterni, la divisione dei diversi compiti a sostegno della rete stessa. Ci si incontra anche tutte insieme, o quasi, per rendere ancora più tangibile l’esperienza e per discutere di persona sulle iniziative, specialmente quelle comuni.

La Rete al Femminile di Perugia si autoSOStiene grazie alla collaborazione delle Reticelle, che danno il loro contributo in base al settore di ognuna: arte ed artigianato, salute e benessere, sociale, formazione, organizzazione di eventi, comunicazione e marketing, turismo, design e visual.
Al momento la collaborazione è focalizzata sulla partecipazione ad iniziative quali fiere e mercati, percorsi di formazione, ma non mancano interazioni più istituzionali riguardanti il mondo della donna. Ci sono anche degli eventi che stiamo organizzando personalmente per ampliare le sinergie possibili. La Rete è infatti aperta a tutte le donne che vogliano entrare a farvi parte e anzi spera di crescere ad arricchire lo scambio tra un numero sempre più elevato di persone.